La licenza di pilota privato (PPL, Private Pilot License) è la prima licenza di volo ottenibile e abilita a pilotare un aereo (vero) per scopi privati, ovvero senza alcuna forma di remunerazione.

Ho deciso di iscrivermi alla scuola di volo di Milano (Aero Club Milano) a settembre del 2008, e dopo aver passato la visita medica presso l'Istituto di Medicina Legale ho ottenuto  il "Certificato di Idoneità di Seconda Classe". Certificato che ho rinnovato dopo due anni ( l'ottobre scorso ). Avendo compiuto 40 anni lo scorso gennaio, dovrò sottopormi ad accertamenti medici ogni dodici mesi per poterlo rinnovare.

Il 09-09-09 ( che data indimenticabile! ) ho effettuato il mio primo SOLO, e dopo circa due mesi superato con esito positivo alcuni brevi esami, teorico e un esame pratico, ed ho ottenuto l'attestato di allievo pilota (Student Pilot Certificate) con cui posso effettuare voli d'addestramento anche come solo-pilota (Single Pilot S.P.) previa autorizzazione del mio istruttore di volo o del direttore della scuola, ed entro un raggio limite dal campo base (270 miglia nautiche).

Avendo effettuato il corso teorico di circa 150 ore presso l'Aero Club di Milano nel 2008-2009, dovrò superare l'esame ministeriale prima di poter dare l'esame pratico finale.

A marzo del 2010 ho deciso di cambiare Scuola di Volo, e mi sono trasferito dal I-FTO-004 al I-FTO-041 (Brescia Montichiari). Qui ho dovuto ripetere il corso macchina, in quanto fino ad oggi ho sempre voltato con un C-172-M, mentre ora volo con un PA28 (decisamente più " aereo" di un Cessna).

Attualmente ho al mio attivo circa 75 ore di volo, per poter sostenere l'esame pratico per ottenere la licenza da pilota definitiva.

Con la licenza PPL potrò trasportare persone, esclusivamente a titolo gratuito. Per il lavoro aereo occorre la CPL, ovvero la licenza di pilota commerciale.

La PPL può essere integrata con abilitazioni, che consentono per esempio di pilotare aerei multi-motore a pistoni (MEP), motore turbocompresso, carrello retrattile, elica a passo variabile, carrello biciclo, idrovolanti, biplani, Volo VFR notturno, Volo strumentale IFR, ecc..

L'abilitazione alla fonia della lingua italiana aeronautica mi consentirà mi volare all'interno dei confini di stato, ma un'altro importate traguardo sarà l'ottenimento della fonia in lingua inglese (dopo il conseguimento del brevetto di pilota privato) per poter uscire dai confini di stato....per poter girare il mondo sulle ali.

Dal 2009 sono membro dell'associazione Piloti