E' possibile discriminare in modo scientifico fra tre diverse tipologie di ammiccamento.

Questo è reso possibile grazie tecnologie non invasive in grado di campionare in tempo reale fino a 1.000 volte al secondo l'intera fase di ammicamento di una persona.